sabato 23 aprile 2016

Ironiche inquietudini

Che bello, che strano, leggere nelle parole altrui il libro che -almeno così hai sempre pensato- avresti voluto scrivere, prima o poi.

Che ironia della sorte, non riuscire a leggerne che poche pagine prima dell'inevitabile sbadiglio...

4 commenti:

  1. Risposte
    1. A quanto pare, sono condannata al girone degli autoironici :)

      Elimina
  2. Come si dice... meglio poi che mai.

    RispondiElimina