lunedì 28 agosto 2017

Freme

Bruca
la terra bruciata,
bruca
la sete, la casa, la strada,
bruca
la pietra del muro a secco,
bruca
l'afa di un cielo stanco.

Grigia è la tavolozza dei colori,
grigia,  di terra senza fiori
brillante solo della sua essenza:
risveglia lo spirito di resilienza.

Graffia caviglie, picchia il sole,
plana il falchetto cacciatore,
cuore di quercia ghianda protegge
da vento, dolore e dalle sue schegge.

martedì 15 agosto 2017

sabato 27 maggio 2017

Pillole

Andando via, chiuse la porta e lasciò che la chiave inglese gli scivolasse di mano.

Fu il clangore che questa produsse impattando sul pavimento a risvegliarlo dal torpore, a ricordargli che, suo malgrado, nessun essere umano può essere riparato.

venerdì 26 maggio 2017

Grilli e Pink Floyd [o anche: Se Non Per]

Per chi arrossa il tramonto
per le scie degli aerei che non ho preso.
Per chi il guizzo argento dei pesci
per l'airone che li guarda passare
per la pigrizia d'un cielo
                                       [ che di stelle non vuole sapere.
Per chi fiorisce il gelsomino
per solleticarmi il naso
                                       [e il cuore.
Per chi matura la ciliegia
per chi la vuol bacare.
Per chi cade l'albicocca
per i vermi da mangiare.


domenica 7 maggio 2017

DDD - Dannate Domeniche Disperate [neverending sedicianni]

They'll tell you
you need
to deserve
                [things;
truth is
you only
need
to survive
                [yourself.

martedì 2 maggio 2017

In scia

Se maggio sorride
starnuta d'azzurro,
solletico viola
sui fianchi del mondo.
Se maggio sorride
io corro lontano,
papavero, spuma
fanciullo di grano.

Abbronzare l'inquietudine

Porto a spasso la mia tempesta sotto il sole.

domenica 9 aprile 2017

Fiele

Morto,
è morto
il cuore
di Rasputin
ucciso, venduto
al demone
raziocinio.

Per fame,
per sete,
muore il cuore
della città
che in assedio
attende
la presa.

domenica 2 aprile 2017

Bianco betulla

Il parco ride di me che non so parlare.
E verde di fuga da pioggia d'asfalto,
e giallo di soffi di risa sui baci
e bianco betulla. E può bastare.

lunedì 27 marzo 2017

Moti armonici

Per primo sboccia,
timido rossore,
il bacio fugace
rubato fievole al sole
da petali schivi;
s'espone al vento,
al capriccio
alla bruma,
affidando il cuore
a primavera
e fortuna.